Encoder DTMF con pic 16F1705

Posted in: Elettronica,Pic Micro |

Introduzione

La storia continua, ancora un articolo al sapore di pic. Neanche io pensavo di dovermene più occupare ma sbagliavo. E’ stato un mio caro amico radioamatore, col quale da tempo condivido la passione per questi microcontrollori, che mi ha invogliato a portare a termine il progetto che mi accingo subito ad illustrarvi.

Ancora una volta torna prepotentemente il pic 16F1705, questa volta nelle vesti di generatore di segnali DTMF. Nulla di nuovo evidentemente, ma questo circuito all’occorrenza potrebbe essere impiegato in sistemi più o meno complicati, senza l’ausilio di integrati dedicati, riducendo così di molto la complessità circuitale; oppure, essere solamente e semplicemente oggetto di studio, per applicazioni e sviluppi diversi da quello attuale.

Bene, non ripeto qui le virtù di questo piccolo gioiello chiamato 16F1705, ma vi riporto i link del mio precedente articolo, in cui ne ho parlato più diffusamente.

IL DAC DEL PIC 16F1705

ECO DIGITALE CON PIC 16F1705

Descrizione

Brevemente, com’è noto ai più, e con riferimento alla tabella che segue, i DTMF sono dei segnali costituiti da coppie di toni ben precisi; per poterli riprodurre in modo corretto, ho prima digitalizzato tali toni con una frequenza di campionamento di 32 Khz e successivamente ho registrato nella memoria del pic solo i dati relativi ad un’onda intera di ognuno di essi.

dtmf_toni_bf

Alla pressione di un qualsiasi tasto, una routine di lettura, non fa altro che leggere in modo continuo i dati relativi alle due onde corrispondenti, eseguirne la somma ed inviare il risultato ottenuto al convertitore DAC, ottenenso così la riproduzione del corrispondente segnale DTMF.

La qualità dei segnali DTMF generati è veramente buona, ed un semplice filtro passa basso all’uscita del DAC del pic è già sufficiente ad eliminare eventuali segnali spuri. Per testarne la bontà, ho inviato tali segnali alla scheda audio del mio p.c. dandoli in pasto all’ottimo software “Spectrum Lab” di “DL4YHF” Col quale è possibile misurare la frequenza di ogni singolo tono generato, ed ognuno di essi si discosta dal valore standard al massimo di 10 Hz.

Dopo questo test, ho inviato i segnali generati ad una scheda elettronica di una chiave DTMF, impiegante il famoso decoder MT8870; ed i toni sono sempre stati decodificati correttamente senza alcun errore.

Chi volesse utilizzare i dati registrati, compresa la routine di riproduzione su un pic diverso, può farlo inviando i dati da riprodurre al modulo PWM anziché al DAC come in questo caso.

dtmf_schema

Non esistono pcb o foto della bread board che ho usato per le mie prove, ma potete fidarvi, il funzionamento è assicurato, del resto fa tutto il software e non vi sono componenti particolari. Credo di non dover aggiungere altro, come vedete dallo schema elettrico, oltre al pic ed alla tastiera c’è solo il filtro RC. Il file asm è corredato da molte indicazioni, ma se vi occorrono ulteriori chiarimenti non esitate a contattarmi……… Saluti e buon divertimento.

DTMF_asm

DTMF_hex

IT9DPX #135

(FRANCESCO M.)

(Articolo visitato: 847)

Lascia un Commento!